Transnistria

Viaggio in Transnistria – tour fotografico e culturale

Tour culturale e fotografico in Transnistria con partenza dall’Italia

Viaggio in Transnistria: hai mai sentito parlare di questo luogo così fuori dal tempo e immerso nella storia? Seguimi in un viaggio fuori dal comune, una vera e propria avventura “al di là del confine”, alla scoperta di quello che viene chiamato “lo stato che non esiste”, tra storia, cultura e fotografia… sulle orme di Lenin!

COSA E' LA TRANSNISTRIA?

La Transnistria è uno Stato indipendente de facto, non riconosciuto dai Paesi membri dell’ONU, essendo considerato de iure parte della Moldavia. Non è riconosciuta dalla comunità internazionale come Stato, ma solo da tre entità secessioniste: Abcasia, Artsakh e Ossezia del Sud, mentre ufficialmente è indicata dalla Repubblica Moldava come parte del suo territorio col nome di “Unità amministrativa della riva sinistra del Dniester” o “riva sinistra del Dniester” sottoposta a occupazione militare russa.
La regione, precedentemente parte della Repubblica Socialista Sovietica Moldava, una delle ex repubbliche dell’Unione Sovietica, dichiarò unilateralmente la propria indipendenza come Repubblica Moldava di Pridnestrov’e il 2 settembre 1990. Dal marzo al luglio del 1992 la regione è stata interessata da una guerra, terminata con un cessate il fuoco garantito da una commissione congiunta tripartita tra Russia, Moldavia e Transnistria e dalla creazione di una zona demilitarizzata tra Moldavia e Transnistria comprendente venti località a ridosso del fiume Dnestr.

ITINERARIO DI VIAGGIO

Clicca sui singoli giorni per espandere le informazioni in dettaglio:
  • Arrivo a Chișinău (Moldavia) in serata con volo dall’Italia.
  • Transfer autogestito indipendente verso l’hotel (taxi)
  • Check in hotel a Chișinău.

MATTINA

  • Prelievo dall’hotel a Chisinau: incontro con la guida e l’autista per la Transnistria.
  • 2 ore di viaggio verso la Repubblica separatista della Transnistria, ufficialmente conosciuta come Repubblica Moldava Pridnestroviana (PMR). Il nostro rappresentante locale si occuperà di tutte le autorizzazioni, le formalità di frontiera e le comunicazioni con il KGB/MGB della Transnistria.
  • Dopo il check-in presso il tuo hotel a Tiraspol, inizieremo il nostro tour della città.
  • Cammineremo lungo la Main Street chiamata October 25th Street per vedere la statua in stile coreano del generale russo Suvorov. Intorno troverai le bandiere della Russia, della Transnistria e degli stati separatisti fratelli come Abkhazia, Nagorno-Karabakh e Ossezia del Sud.
  • Fatti scattare una foto di fronte al gigantesco stemma della Transnistria con falce e martello! La tua guida ti spiegherà il significato dello stemma della Transnistria.
  • Visita al Parlamento, che ospita uno dei più grandi monumenti a Vladimir Lenin al di fuori della Russia.
  • Successivamente, visiteremo il complesso commemorativo della Fiamma Eterna dedicato alla guerra sovietico-afghana, al disastro di Chernobyl, alla Seconda Guerra Mondiale e alla guerra civile in Transnistria. Dai un’occhiata al carro armato T-34 danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale; è possibile salirvi sopra e scattare fantastiche foto.
  • Cammineremo poi lungo l’altra estremità di Main Street, dove troverai un cartellone pubblicitario con soldati patriottici delle forze armate della Transnistria. Vedremo anche le ambasciate dell’Abkhazia e dell’Ossezia del Sud, il quartier generale della famigerata organizzazione Sheriff e ci fermeremo in una libreria per acquistare souvenirs russi e transnistriani, come una tazza con l’immagine di Stalin o una calamita da frigo raffigurante missili balistici intercontinentali che si lanciano nell’atmosfera, perché no?

POMERIGGIO

    • Pranzeremo in città presso un bar locale chiamato CCCP. Questo locale è progettato per evocare un senso di nostalgia tra la gente del posto ed è pieno di autentici cimeli sovietici e offre deliziosi piatti.
    • Visiteremo la Casa della Cultura e l’imponente murale dedicata a Yuri Gagarin. C’è anche un monumento a Harry Potter, un elemento insolito per un’ambientazione così fortemente sovietica!
    • Successivamente, cambieremo scenario e saliremo a bordo di un vecchio traghetto sovietico senza motore per attraversare il fiume Dniester e osservare la vita nel villaggio di fronte a Tiraspol. Questa zona sembra essere rimasta indietro nel tempo ai tempi dell’URSS!
    • Visiteremo un palazzo della cultura ancora funzionante, caratterizzato da una maestosa testa di Lenin all’esterno, segnata dai fori dei proiettili del Kalashnikov dopo che le truppe moldave vi eseguirono una simbolica esecuzione durante la guerra civile.
    • Proseguiremo con la visita a uno splendido complesso monastico completamente autosufficiente, che va visto per essere creduto. Abbiamo stretto rapporti con molti dei sacerdoti qui e talvolta ci permettono di assaggiare il loro incredibile vino fatto in casa; tuttavia, ciò dipende dalla disponibilità del sacerdote che possiede la chiave quel giorno.
    • Faremo una sosta in un negozio locale che sembra non essere cambiato dai tempi dell’URSS e dove ancora utilizzano l’abaco per calcolare il totale. Qui faremo scorta di Kvint Cognac a $ 3 (uno dei migliori cognac dell’era sovietica), vodka a $ 1 e formaggio affumicato locale.
    • Successivamente, ci dirigeremo verso un punto di vista straordinario e l’obelisco sovietico che fu uno dei teatri di guerra più cruenti durante la Seconda Guerra Mondiale. Nella cultura russa è un segno di rispetto per i defunti alzare un bicchiere di cognac o vodka in loro onore, e noi faremo proprio questo!
    • Ritorneremo poi a Tiraspol per cenare in un ristorante locale che offre piatti tipici e ospita una discoteca sovietica durante il fine settimana!
    • Rientreremo infine al nostro hotel in stile sovietico.

MATTINA 

  • Ci dirigiamo a Bender, una delle città più grandi della Transnistria e luogo di aspri combattimenti durante la guerra civile degli anni ’90.
  • Continuiamo a camminare lungo la strada principale fino a raggiungere il Parco Lenin. Osserviamo la fontana principale e il busto di Lenin prima di entrare nel cinema locale, che è rimasto sostanzialmente immutato rispetto ai tempi sovietici, fatta eccezione per la proiezione di film occidentali moderni invece della propaganda sovietica.
  • Proseguiamo a camminare lungo la via principale fino a raggiungere la stazione ferroviaria, ristrutturata e ben tenuta. La stazione sembra una città fantasma perché qui fanno sosta solo pochi treni e non ci sono quasi passeggeri. Accanto alla stazione ferroviaria c’è un vecchio treno sovietico della Seconda Guerra Mondiale con la falce e il martello sul davanti.
  • Esploriamo il municipio, che è stato lasciato esattamente com’era durante la guerra civile ed è ancora pieno di fori di proiettile.

POMERIGGIO 

  • Pranziamo al bar sovietico, un locale conveniente con un ottimo buffet e il ristorante preferito dalla gente del posto.
  • Visitiamo la Sala dell’Indipendenza della Transnistria: questo è stato il luogo stesso in cui la Transnistria ha ottenuto la sua indipendenza (in qualche modo). Il direttore locale offre un tour personale e risponde a qualsiasi domanda che possiamo avere.
  • Ci dirigiamo verso il sud della Transnistria, dove troviamo un vecchio parco acquatico, un teatro dell’opera sovietico e, naturalmente, un’altra statua di Lenin.
  • Esploriamo un vecchio resort sulla spiaggia e un villaggio di pescatori sovietico, con centinaia di vecchie dacie sovietiche su palafitte nell’acqua. Questo luogo è rimasto immutato dal 1950. Sullo sfondo si erge una delle più grandi centrali elettriche sovietiche ancora funzionanti al mondo.
  • Ritorneremo a Tiraspol e visiteremo un supermercato locale per acquistare bevande e snack per la nostra festa privata.
  • Visiteremo il garage privato di un veterano della guerra del 1990 per vedere la sua vasta collezione di cimeli sovietici, tra cui MOLTE armi e uniformi.
  • Cena in città e pernottamento a Tiraspol.

MATTINA 

    • Iniziamo la giornata dirigendoci verso l’isolato villaggio di Toshlick per visitare il loro centro culturale e il monumento sovietico intatto, che include una mappa della linea del fronte com’era nel 1943.
    • Proseguiamo verso un punto panoramico per godere di una vista mozzafiato sul fiume Dnister e sulla valle della Moldavia. È qui che i cecchini della Seconda Guerra Mondiale davano la caccia ai soldati nazisti e dove i soldati della PMR sorvegliavano l’esercito della Moldavia durante la Guerra Civile. I bunker dei cecchini sono ancora intatti.
    • Facciamo una tappa a Grigoriopol per vedere la loro statua di Lenin in argento e il Monumento al Dolore Sovietico. Inoltre, siamo l’unico gruppo di turisti autorizzato ad entrare nella loro vecchia biblioteca sovietica e scattare tutte le foto che desideriamo.
    • Dopo Grigoriopol, ci fermiamo presso un imponente monumento al carro armato situato su una grande collina che domina i campi di battaglia della Seconda Guerra Mondiale, con un vecchio carro armato sovietico T-3 recuperato dal fiume Dnister dopo la guerra.
    • Proseguiamo quindi verso la terza città più grande della Transnistria, Dubasari, dove visitiamo una diga idroelettrica controllata dall’esercito russo, con un carro armato russo all’ingresso. Accanto, c’è una bella spiaggia dove la gente del posto prende il sole, e noi ci godremo una birra fresca e faremo foto alla diga e ai soldati/carri armati (a seconda della stagione e della situazione politica).
    • Se le condizioni lo permettono, il nostro gruppo entrerà anche in un’enclave molto isolata che fa ancora parte della Moldavia ma si trova all’interno della Transnistria (a seconda della situazione politica).

POMERIGGIO 

  • Pranzo in un ristorante tradizionale russo.
  • Visitiamo il Centro Monumento alla Seconda Guerra Mondiale e un College di musica sovietico ancora in funzione! Questo college vanta uno dei Lenin più impressionanti della regione e un gigantesco emblema sovietico perfettamente intatto.
  • Continuiamo il nostro percorso verso Ribnita, facendo delle soste lungo la strada per ammirare le fermate dell’autobus e la segnaletica sovietica più impressionante.
  • Una volta arrivati a Ribnita, la capitale del nord, esploriamo la città e visitiamo l’imponente statua di Lenin e il Centro Culturale, che include un fantastico mosaico sovietico.
  • Attraversiamo il ponte di Ribnita, sorvegliato dai soldati russi. Dobbiamo superare i loro posti di blocco per entrare nella zona demilitarizzata della Moldavia. Questo ponte è di grande importanza, rappresentando un punto di incontro storico tra Oriente e Occidente.
  • Il momento clou del viaggio: esploriamo un vecchio bunker di sopravvivenza isolato della guerra nucleare sovietica. Ce ne sono due ancora intatti, con una profondità totale di 13 piani.
  • Attraversiamo villaggi isolati e ci fermiamo ovunque lungo il percorso per scattare delle foto.
  • Rientriamo a Tiraspol per la cena e per passare la notte.

MATTINA

  • Colazione e check-out dall’hotel prima di esplorare Tiraspol per l’ultima volta.
  • Entriamo in uno dei più grandi mercati all’aperto dell’intera Transnistria. Gli ospiti avranno l’opportunità di fare acquisti e comprare tutto ciò che desiderano a prezzi molto, molto bassi. Inoltre, ci saranno molte opportunità per scattare foto in un’ambientazione dal sapore antico. Questo è un vero e proprio mercato russo, dove è possibile trovare testa di maiale, spezie e una varietà di altri articoli in vendita.
  • Facciamo una sosta al mercatino delle pulci di Tiraspol, dove è possibile acquistare oggetti d’antiquariato sovietici a prezzi convenienti. Non si sa mai cosa si potrà trovare!
  • Quando saremo pronti, ci recheremo al negozio ufficiale Kvint per acquistare divin e vini, che sono spesso più convenienti rispetto ai supermercati locali.
  • Effettuiamo il cambio di rubli locali della Transnistria in euro o dollari statunitensi.
  • Nel primo pomeriggio, effettuiamo il trasferimento a Chisinau, ponendo così fine al tour.

POMERIGGIO

  • Pomeriggio libero in città a Chișinău
  • Transfer autogestito indipendente verso l’aeroporto di Chișinău (taxi)
  • Volo di rientro per l’Italia

INFORMAZIONI SUL VIAGGIO

PARTENZA: 1-6 MAGGIO 2024

PREZZO DEL VIAGGIO: €1590 a persona (volo escluso)

NUMERO DI PARTECIPANTI: minimo 3 – massimo 10. Il viaggio sarà confermato solo al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

DOCUMENTI NECESSARI: Passaporto con almeno 6 mesi di validità residua dalla data d’ingresso nel paese e 3 pagine libere (senza alcun timbro).

ISCRIZIONE AL VIAGGIO: Contattami per tutte le informazioni necessarie alla tua prenotazione.
Sarai ufficialmente iscritto al viaggio non appena avrai pagato l’acconto ma sarai libero di recedere senza penale sino a quando la partenza non sarà confermata da parte nostra.

CANCELLAZIONE E PENALI: Nessuna penale sino alla data di conferma del viaggio, basterà una semplice email senza motivazioni particolari per disdire e ricevere il rimborso dell’acconto versato.

Quando il viaggio verrà confermato verranno applicate le seguenti penali:

  • 45% sino a 180 gg prima della data di partenza;
  • 65% da 179gg a 120gg prima della data di partenza;
  • 100% da 119gg al giorno stesso della partenza.

FOTOGRAFO COORDINATORE: Francesca Dani

VOLI: Il volo non è incluso in questo pacchetto. In fase di conferma del tour verrai contattato per scegliere fra le nostre proposte di volo e sarai sempre libero di acquistare il volo in autonomia.

VARIAZIONI: il programma riportato in questa pagina potrebbe subire piccole variazioni

COSA E' INCLUSO ED ESCLUSO DALLA QUOTA

Tour operator di riferimento: Punto Viaggio Snc (contatti: www.puntoviaggio.com – luca@puntoviaggio.com).  I dettagli del viaggio sono riportati su questo sito in nome e per conto di Punto Viaggio che sarà l’unico referente per le adesioni e il pagamento dei servizi in questa pagina riportati.

NUOVI ARTICOLI

La centrale elettrica SIPE di Ferrania
Storie industriali
Francesca Dani

La centrale elettrica SIPE di Ferrania

In un’epoca in cui l’arte e l’industria sembrano spesso muoversi su binari separati, c’è invece un luogo, la centrale elettrica SIPE di Ferrania, che ci ricorda come un tempo fosse comune unire la bellezza all’architettura industriale.

Musica a Chernobyl, un disco ritrovato a Pripyat.
Chernobyl
Francesca Dani

Quando la musica suonava a Pripyat

Durante una delle mie visite a Pripyat mi sono imbattuta in qualcosa di curioso abbandonato per terra, una sorta di reperto quasi archeologico che ci riporta indietro nel tempo ad una storia perduta ma ancora molto vicina a noi…