torri-nel-buio

Visioni industriali

Fin da quando ero una bambina, ero affascinata dai grandi stabilimenti industriali. Mi perdevo tra i loro enormi tubi aggrovigliati che sembravano serpenti di metallo giganti, serpeggiando attraverso il paesaggio urbano con un inconfondibile rumore meccanico. Le rugginose scale a pioli sembravano portali verso mondi sconosciuti, un invito a salire e scoprire cosa si celasse oltre.

Le ciminiere puzzolenti e maleodoranti, invece, emettevano un’atmosfera surreale, mescolando odori che non si trovavano altrove. Era come se ogni chimica industriale si trasformasse in una sinfonia olfattiva unica, impossibile da dimenticare. Nonostante l’odore, queste ciminiere erano imponenti, innalzandosi nel cielo come guardiani del progresso tecnologico.

I tralicci con antenne sgangherate aggiungevano un tocco di caos all’insieme, sembravano danzare al vento, comunicando con segnali elettrici che sfidavano la comprensione umana. Erano testimoni silenziosi delle comunicazioni moderne, ma sembravano provenire da un futuro distante.

Le torri di raffreddamento, infine, evocavano immagini di un mondo futuristico. L’acqua che scorreva tra di loro creava un’atmosfera surreale e ipnotica, come se fossi stata catapultata in un’altra dimensione, al di là dei bastioni di Orione, dove la tecnologia e l’industria avevano preso il sopravvento.

NUOVI ARTICOLI

La centrale elettrica SIPE di Ferrania
Storie dal mondo
Francesca Dani

La centrale elettrica SIPE di Ferrania

In un’epoca in cui l’arte e l’industria sembrano spesso muoversi su binari separati, c’è invece un luogo, la centrale elettrica SIPE di Ferrania, che ci ricorda come un tempo fosse comune unire la bellezza all’architettura industriale.

Musica a Chernobyl, un disco ritrovato a Pripyat.
Storie da Chernobyl
Francesca Dani

Quando la musica suonava a Pripyat

Durante una delle mie visite a Pripyat mi sono imbattuta in qualcosa di curioso abbandonato per terra, una sorta di reperto quasi archeologico che ci riporta indietro nel tempo ad una storia perduta ma ancora molto vicina a noi…